mercoledì 2 luglio 2014

Mettiamo le carte in tavola...

Non so dove sia nata di preciso, e quale mente "bacata" l'abbia alimentata ma...
La leggenda del Bastianella che va forte in bici, é fasulla come una banconota da 31 euro!
C'è gente convinta che, oltre che a capirne di ciclismo, io sia uno bravo.
Credo, potere e colpa del blog!
Frasi del tipo, "te cammini", "fai gare, sei esaltato", "con te non esco vai troppo forte", fanno restare parecchio male.
Amici forti ne ho a pacchi, le loro prestazioni (chiaramente leggibili su Facebook), meritano attenzione e rispetto.
Tengono medie spaventose, sempre sopra i 30km/h, con kilometraggi e dislivelli importanti.
È anche uno dei motivi, per cui ho iniziato a non uscire più con loro. Troppo grande la disparità, sarei appeso al collo tutto il giro oppure, dovrebbero rallentare ad aspettarmi (rovinando il proprio allenamento).
Il ciclismo lo vivo col sorriso, se devo passare tutta l'uscita a sputare sangue per non perdere la ruota altrui...
No grazie, non fa per me!
Dico questo, anche per scusarmi con questi amici, nulla di personale se non si esce assieme, solo...
Differenza di classe!!!

Il sorriso di Anthony (sullo sfondo) ed il mio... Questo è ciclismo. (la gioia di vedere, il traguardo;-))
Per pura curiosità, potrei postare le mie medie ma, sarebbe come sparare sulla croce rossa.
Non ha senso...
Mi congedo, con un piccolo aneddoto.
Ordino una pizza, domenica, con la pasta alle olive.
Vicino a me, un ciclista di Muggia, pure lui in attesa della pizza per "trasporto".
Mi fa: ma le olive sono grasse...
Io: e bon, per una volta...
Lui: ma poi vai più piano...
Io: ma più piano di chi???
Sarò fuori dal mondo ma, stiamo sclerando di brutto...

Ci si vede in strada, sarò quello lento!!! (colpa delle olive;-)).
Bastianella31

Nessun commento:

Posta un commento